Navigation

Muro di opposizione dei Comuni contro la corsia per i TIR sulla A2

Autostrada A2 all'altezza di Mendrisio. © Keystone / Ti-press / Davide Agosta

I sindaci dei Comuni più a sud della Svizzera sono uniti e arrabbiati a causa del progetto di costruzione di una corsia di dosaggio dei veicoli pesanti sull'autostrada A2.

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 giugno 2022 - 20:09
tvsvizzera.it/MaMi

I Comuni ticinesi di Mendrisio, Balerna, Novazzano e Coldrerio non ci stanno. Insieme alla Commissione regionale dei trasporti, si oppongono alla nuova corsia per il dosaggio dei veicoli pesanti sull'autostrada A2 voluta dall'Ufficio federale delle stradeLink esterno.

Nel 2021 ha preso infatti il via la progettazione definitiva per il risanamento completo della tratta A2 dell'autostrada, nel territorio di Balerna. Ad oggi, nelle situazioni di sovraccarico, è lì che i TIR occupano la corsia di emergenza. È di questi giorni invece la pubblicazione del progetto per la realizzazione a lato della carreggiata nord-sud di una corsia per lo stoccaggio in sicurezza dei veicoli pesanti in attesa dello sdoganamento.

Un progetto che ha fatto montare la rabbia dei Comuni interessati, da sempre in lotta contro il traffico, e che vedono alternative migliori. Oltre che nei confronti dell'Ufficio federale preposto, pesanti critiche vengono anche rivolte al Consiglio di Stato ticinese, accusato di lasciare solo il Mendrisiotto già martoriato dai mezzi in transito.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?