Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Mozione in vista Accordo sui frontalieri, indennizzi al Ticino per i ritardi?

(1)

Il Cantone Ticino perde 15 milioni di franchi all’anno per la mancata ratifica dell’accordo con l’Italia sulla nuova imposizione dei frontalieri, secondo le stime degli specialisti. Per questo motivo a sud delle Alpi si sta concretizzando la proposta di chiedere un risarcimento a Berna per il minore gettito che confluisce nelle le casse cantonali, dovuto ai ritardi nell’entrata in vigore del nuovo regime fiscale applicato alla manodopera proveniente da oltre confine.

L’idea, avanzata negli scorsi giorni dal responsabile del Centro di competenze tributarie della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana, Samuele Vorpe, è stata raccolta dal consigliere nazionale udc (destra) Marco Chiesa.

Il parlamentare ticinese intende infatti presentare una mozione in tal senso nel corso della sessione autunnale delle Camere federali a Berna (11-29 settembre 2017). L’atto parlamentare potrebbe essere uno stimolo per il governo affinché prema su Roma, che negli ultimi mesi non sembra intenzionata ad accelerare i tempi della ratifica.

Come è emerso in più di un’occasione anche recentemente, nonostante il Ticino abbia annunciato la revoca dell’obbligo di presentazione del casellario giudiziale per lavoratori frontalieri e dimoranti, restano per l’Italia alcune divergenze che ostacolano la firma dell’accordo (iniziativa Prima i nostri, iscrizione obbligatoria all’albo degli artigiani e restrizioni alla partecipazione ad appalti pubblici in Ticino e lancio imminente di un’iniziativa federale contro la libera circolazione delle persone).

E poi il maggiore carico fiscale che si delinea per i frontalieri, con l’entrata in vigore delle nuove norme, fa sicuramente scemare gli entusiasmi nell’anno che precede le elezioni legislative italiane.

tvsvizzera/spal con RSI (TG del 12.7.2017)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×