Navigation

"Cosa è successo?"

Contenuto esterno


Questo contenuto è stato pubblicato il 13 settembre 2017 - 10:14
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 12.9.2017)

Sconfitta dieci mesi fa da Donald Trump, Hillary Clinton è ritornata sullo smacco più grande della sua vita in un libro presentato martedì a New York.

"Ero a terra. Non pensavo assolutamente che avrei perso". Nel suo libro, la candidata democratica alla Casa Bianca racconta lo choc della serata elettorale dell’8 novembre e la sensazione di essere completamente "svuotata", la "tristezza" nella quale è sprofondata per settimane.

Nelle circa 500 pagine di “What Happened” (Cosa è successo), Hillary Clinton fa sì autocritica ma non risparmia gli affondi al suo avversario, un "bugiardo, capace di attrarre ed alimentare gli impulsi più negativi di un paese". E torna ad accusare Trump di avere avuto un appoggio determinante da parte della Russia.

L’ex first lady non è tenera neppure con il suo rivale alle primarie, Bernie Sanders, e con il Partito democratico, poco battagliero su questioni come la stretta sulle armi da fuoco o le indagini sul Russiagate. 

Hillary Clinton promette inoltre che continuerà a fare politica, perché crede che il futuro del suo paese sia a rischio, ma che non correrà più per la presidenza degli Stati Uniti.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.