Navigation

Diplomazia in movimento sulla crisi ucraina

Contenuto esterno

Joe Biden ha detto al presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy che c'è una possibilità concreta che i russi invadano il paese confinante in febbraio. Intanto il Pentagono ha reso noto che alcune delle unità che sono state messe in stato di allerta per essere eventualmente dislocate in Europa dell'Est nel caso di attacco russo a Kiev, per un totale di 8.500 uomini. Tra le sanzioni che vengono ipotizzate contro Mosca figura anche il blocco del nuovo gasdotto Nord Stream 2 su cui la Russia ha effettuato ingenti investimenti. Le diplomazie dell'Europa occidentale stanno cercando di favorire un'intesa per disinnescare la crisi con Mosca.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2022 - 13:36

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?