Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

archeologia industriale Museo abusivo a Roma tra arte, rifiuti e degrado

Uno spazio espositivo che non ti aspetti. Soprattutto a Roma. Eppure è una realtà. In uno stabilimento abbandonato da tanti, troppi anni, è nato un museo, totalmente abusivo. E il suo" direttore" è un occupante abusivo...

museo

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non ha nulla a che vedere con i Musei vaticaniLink esterno, Galleria BorgheseLink esterno e ancora meno con MaxxiLink esterno, il museo nazionale delle arti del XXI secolo. Nella città eterna, tra rovine dell'antica Roma e stradine medievali, tra lo sfarzo dei palazzi rinscimentali e l'austerità di quelli fascisti, ecco che diventa realtà anche l'archeologia industriale.

Ma la particolarità di questo spazio espositivo è che si tratta di un museo completamente abusivo, in spazi abusivi, dove vive gente "abusiva. Insomma niente è in regola eppure, come commenta il suo direttore, Tito, anch'egli abitante abusivo della ex fabbrica di saponi Mira Lanza, i visitatori - non tantissimi ancora - arrivano da tutto il mondo.

Eppure il degrado è presente ovunque in questo museo. E le opere d'arte di Seth, questo il nome dell'artista, con chiare influenze della street art, si presentano tra spazzatura, mobili distrutti, mura fatiscenti. E qualche tendopoli costruite dai pochi abitanti abusivi del museo.



subscription form

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.


tvsvizzera.it/fra con RSI (TG del 12.01.2017)

×