Navigation

Conto alla rovescia per il certificato Covid in Svizzera?

Possibile stop del Covid pass tra qualche settimana. Keystone / Laurent Gillieron

L'obbligo di presentare il Green pass potrebbe presto essere soppresso in Svizzera, secondo quanto ha indicato il ministro della sanità Alain Berset.

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 gennaio 2022 - 21:14
tvsvizzera.it/spal con Keystone-ATS

In un'intervista rilasciata a Schweiz am Wochenende il consigliere federale ha affermato che "il periodo del certificato sembra arrivare alla fine". Nella Confederazione il Green pass è in vigore dallo scorso luglio per l'accesso a locali ed eventi al chiuso ma ora le autorità iniziano a tradire un moderato e prudente ottimismo. "Penso che ci troviamo sulla buona strada, anche se il virus si è già dimostrato imprevedibile in diverse occasioni", ha osservato il responsabile del Dipartimento degli interni.

Possibile revoca di diverse restrizioni

La revoca del certificato verde potrebbe essere accompagnata da altri interventi, ha anticipato Alain Berset. Se la situazione pandemica evolverà favorevolmente, il Consiglio federale (governo) "potrà, nelle prossime settimane, trasformare l'obbligo del telelavoro in raccomandazione e sopprimere la quarantena", ha precisato.

Il ministro della sanità, spesso nell'occhio del ciclone per la gestione della pandemia, ha fatto anche un bilancio personale. La crisi, ha ammesso, è stata di una brutalità inaspettata e in proposito ha raccontato di non aver mai "pensato di potersi trovare in una tale situazione", in cui ha dovuto subire "enormi pressioni e responsabilità" nei confronti della popolazione.

Il giorno peggiore, ha voluto sottolineare Alain Berset, è stato quello in cui sono state chiuse le scuole. "Non si può immaginare niente di peggio in una società che influenzare negativamente le possibilità di educazione e l'eguaglianza di opportunità dei bambini", ha lamentato il ministro, ma per fortuna il problema è durato solo qualche settimana, "molto meno che in altri Paesi".

Manifestazione no-vax a Berna

Intanto però c'è da registrare l'ennesima mobilitazione di protesta contro le restrizioni varate dalle autorità pubbliche per contenere l'espansione della pandemia. Oltre duemila persone sono scese sabato in piazza a Berna, dove è stato formato un corteo che dalla stazione ha percorso le vie del centro, non senza ostacolare il regolare traffico dei tram.

Un nutrito contingente di polizia ha controllato lo svolgimento della manifestazione, che non era stata autorizzata, ma non si segnalano incidenti.

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?