Navigation

Casa per anziani vittima di vasto attacco informatico

I criminali informatici sono di nuovo in azione. KEYSTONE/STR sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 settembre 2021 - 17:30
(Keystone-SDA)

Anche le case per anziani sono nel mirino dei criminali informatici.

La Maison de Vessy, una struttura per la terza età medicalizzata nel comune di Veyrier (GE), è stata oggetto di un'aggressione ransomware, cioè con l'impedimento ad accedere ai propri file seguito poi dalla richiesta di un riscatto. Che in questo caso - risalente al 12 settembre - non è stato pagato.

Grazie a una copia di backup effettuata su un server esterno e risalente al 25 agosto sono state ripristinate le informazioni, soprattutto i dati medici e di cura, ha indicato oggi la direzione dell'istituto, che dispone di 220 camere. È stata così garantita la sicurezza e la continuità delle cure.

"In questa fase è tuttavia impossibile garantire che tutti o parte dei dati sottratti non finiscano sul darkweb o su Internet", fa sapere la struttura. "La Maison de Vessy è profondamente dispiaciuta per questa situazione e condivide il disagio degli ospiti, delle famiglie e dei parenti". È stata sporta denuncia penale.

Gli attacchi cibernetici ad aziende e ad altre entità svizzere sono aumentati negli ultimi mesi. Fra i casi più noti possono essere menzionate le aggressioni che hanno interessato il comune di Rolle (VD), Comparis, Saurer o la Banca cantonale di Neuchâtel.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.