Navigation

Bircher-Müesli da record

Gli ingredienti di una colazione che si fa strada. http://www.foodnews.at/news/rezepte/images/muesli.jpg

Il desiderio del superlativo ha trovato un nuovo record domenica a Zurigo. La tradizionale colazione elvetica, il "Birchermüesli", è stata presentata in una variante colossale per essere iscritta nel libro dei Guiness. I mille chili di frutta e yogurt sono stati preparati proprio nel luogo, dove la ricetta è nata, per mano di un medico salutista, oltre un secolo fa.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2001 - 17:45

400 chili di cereali, 425 litri di latte intero, 20 litri di succo d'arancia e di limone, 80 litri di yogurt alla fragola, 200 chili di mele grattuggiate, 50 chili di banane e 75 di fragole: questi gli ingredienti amalgamati per l'occasione.

Dalle 5'000 alle 5'000 persone sono accorse per sfamarsi di tanto ben di Dio. Gli organizzatori, interpellati da swissinfo, si sono detti convinti del successo dell'operazione. E a fine giornata la gigantesca porzione era già finita.

Il müesli conosce già un successo planetario. Indipendentemente dalla denominazione, più o meno vicina a quella originale svizzero-tedesca, la sostanza della colazione equilibrata e nutriente è una: cereali schiacciati, frutta e noci, tutto strettamente crudo.

Alle origini della cucina salutista

Il fortunato mix del mattino è stato creato alle soglie del Ventesimo secolo dal dottor Maximilian Oskar Bircher-Benner. Nato nel 1867 nel canton Argovia, fece la sua carriera nella città di Zurigo. Dapprima aprì uno studio in un quartiere popolare della città per poi passare ai quartieri bene della città.

Le sue osservazioni sui pazienti di ogni ceto sociale lo hanno portato alla conclusione che tutti soffrivano degli stessi acciacchi. Bircher identificò la causa di molti disturbi nelle carenze alimentari della popolazione.

Contrariamente alle regole vigenti lui propose un'alimentazione a base di alimenti crudi: cereali, frutti, verdura. Tutto era per lui meglio della carne. In verità la sua ricetta originale risulterebbe indigesta ai nostri giorni. I semi d'avena venivano infatti messi in ammollo nel latte per una notte intera, fino a diventare una poltiglia informe.

Le reazioni alle sue proposte non mancarono e il suo atteggiamento quasi religioso verso l'alimentazione invitava allo scetticismo. Ma Bircher-Benner non si lasciò scomporre dalle voci critiche e fondò, con notevole successo, una clinica del benessere.

Le sue terapie comprendevano oltre ad un'alimentazione a base di alimenti crudi, ginnastica e passeggiate per restituire la salute ai cittadini provati dalla vita industrializzata.

Successo mondiale

Oggi non sono solo gli sportivi a seguire, nelle varianti più fantasiose, la proposta dietologica del dottore zurighese. Di rimbalzo dagli Stati Uniti si acquistano in tutta Europa prodotti di cereali e lo yogurt è ormai entrato in tutte le case.

Con la prestazione di Zurigo il Müesli è dunque entrato anche nel Guinnes Book dei record, diventando la colazione numero uno.

Philippe Kropf e swissinfo

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?