Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Al m.a.x. museo La fotografia dietro il tratto di Dudovich

Dettaglio di un manifesto pubblicitario; si vede una mano di donna reggere un apparecchio fotografico

Marcello Dudovich fu anche un autentico appassionato di fotografia.

(RSI-SWI)

Il m.a.x. museo di Chiasso inaugura domenica la nuova stagione espositiva con una mostra dedicata al pittore e illustratore triestino Marcello Dudovich, uno dei capiscuola della moderna cartellonistica in Italia. L'allestimento ripercorre la storia della pubblicità nella prima metà del '900 con 300 manifesti e 200 fotografie.

La fotografia -oggi, ma non allora, ordinario strumento di lavoro per un grafico- è la vera protagonista di questa mostraLink esterno: Dudovich ne era autentico appassionato e la impiegò inizialmente, spiega il curatore Roberto Curci, per "costruire il personaggio di se stesso".

Gli servì in seguito, come dimostra il confronto con le idee abbozzate su bloc notes, per dare il linguaggio della moderna pubblicità ai cartelloni realizzati per grossi committenti: La Rinascente, Campari, Agfa e altri popolari marchi.

(1)

Servizio del Quotidiano sulla mostra dedicata dal m.a.x. museo di Chiasso a Marcello Dudovich

La mostra 'Marcello Dudovich (1878–1962) e la fotografia', proposta nell'ambito della Biennale dell'immagineLink esterno, è visitabile al m.a.x. museo di Chiasso fino al 29 febbraio 2020.

tvsvizzera.it/ri con RSI (Quotidiano del 28.09.2019)

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box