Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

A due passi dal Ticino Da Expo a Mind, la Milano innovativa

Da esposizione universale a parco della scienza, del sapere e dell'innovazione. L'area che ha ospitato nel 2015 Expo non cadrà in disuso. Anzi. Con Arexpo, la società che ha il compito di valorizzare e sviluppare l’intero sito, nasce un parco scientifico e tecnologico di eccellenza a livello internazionale e che ha preso un nuovo nome: MIND, ovvero Milano Innovation District.

L’area che per sei mesi ha ospitato l'esposizione universale nel 2015, si estende per oltre un milione di metri quadrati. Grazie a Expo è già completamente dotata di tutte le infrastrutture necessarie.

Una volta a regime nel Parco vivranno e lavoreranno fino a 80 mila persone

Fine della citazione

La nuova area vuole essere un fulcro per le eccellenze nei campi delle scienze della vita, farmaceutica, biotecnologia e dell'agroalimentare. Un parco scientifico e tecnologico diffuso in grado di attrarre investimenti e generare ritorni economici per tutto il territorio attraverso funzioni scientifiche, ricreative, culturali, sportive, residenziali, produttive e terziarie.

Tra pubblico e privato, secondo le intenzioni della società arexpoLink esterno, una volta a pieno regime, la nuova cittadella della scienza potenzialmente potrebbe essere animata da 70-80 mila presenze. Un vero quartiere alle porte della città a due passi dal Ticino.

Dal 26 marzo il parco scientifico e tecnologico si chiama MIND, ovvero Milano Innovation District. L'intento è chiaro: a poco a poco si vuole far dimenticare expo e puntare sulla sua nuova destinazione, anche con il nome.

Il progetto: funzioni pubbliche

Attualmente sono già certe le presenze di tre funzioni pubbliche. Lo Human Technopole, l'Università Statale di Milano e l'ospedale Galeazzi. 

Lo Human TechnopoleLink esterno è un istituto di ricerca multidisciplinare focalizzato sulle scienze della vita. Occuperà circa 30 mila metri quadrati e ospiterà sette centri di ricerca e quattro strutture scientifiche di supporto. L'istituto sarà a regime nel 2024 e darà lavoro a circa 1500 persone. Ma già oggi sono attive una trentina di persone nel Palazzo Italia. Lo Human techopole sarà guidato dallo scienziato scozzese Iain Mattaj Link esternoattuale direttore dell'European Molecular Biology Laboratory di Heidelberg. L'investimento complessivo dello Stato italiano in dieci anni è di circa 1.5 miliardi di euro.

Università Statale e Human Technopole tra le presenze pubbliche

Fine della citazione

Il nuovo polo ospedaliero GaleazziLink esterno sarà un ospedale del futuro, universitario di ricerca e d'insegnamento. I lavori dovrebbero partire tra alcuni mesi e dovrebbe ospitare, una volta ultimato 650 medici e 430 docenti e studenti universitari. L'ospedale disporrà di quasi 600 letti. L'affluenza giornaliera dovrebbe aggirarsi attorno alle 7'500 persone.

Da ultimo l'Università Statale di MilanoLink esterno intende creare un nuovo campus per le sue facoltà scientifiche che accolgono oggi circa 18 mila studenti. Con gli studenti si sposteranno 1500 tra ricercatori e docenti e altre 500 persone tra tecnici e amministrativi. Gli organi dell'università hanno approvato lo spostamento il 6 marzo scorso dopo varie difficoltà e vicissitudini. Da un lato un corpo insegnanti poco incline a spostarsi e dall'altro la presunta mancanza di fondi per lo spostamento delle facoltà.

Il progetto: privati

Attualmente sono oltre 60 le aziende italiane e internazionali che hanno manifestato l'interesse di insediarsi in questo nuovo parco della scienza, la maggior parte delle quali attive nelle scienze della vita. Senza menzionarla direttamente ci sarebbe tra le principali interessate anche la multinazionale elvetica della farmaceutica Novartis di Basilea.

A fine novembre 2017 la società australiana Lendlease Link esternoha vinto la gara per diventare partner di Arexpo per lo sviluppo ‘privato’. Verserà ad Arexpo un canone di concessione per 99 anni pari a complessivi 671 milioni di euro a valori attuali (2 miliardi considerando una inflazione stimata nel periodo del 2%). Lendlease poi si è impegnata ad investire nei prossimi anni 1,5 miliardi di euro.

Tempistica

Entro la fine dell'anno verrà completato lo strumento urbanistico attuativo dopodiché a partire da gennaio 2019 inizia lo sviluppo delle funzioni private. Entro il 2024 dovrebbero insediarsi tutte le strutture pubbliche e le prime aziende private.

Azionariato pubblico

L'azionariato della società arexpo è completamente in mano pubblica: il 40% allo stato italiano, 21% alla regione Lombardia, 21% al comune di Milano e il 16.8% alla Fondazione Fiera di Milano e il restante 2% alla città metropolitana di Milano e al comune di Rho.

Fine della finestrella



Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box