30 repliche in 30 appartamenti Il Luzerner porta il teatro nelle case

Appartamento, persone sedute lungo le pareti; al centro un uomo in abito e un altro seminudo con una fascia in testa si guardano

Tra un istante il padrone di casa (l'uomo in abito sulla sinistra) reciterà la sua parte leggendola dalla schiena dell'attore, che gli volterà le spalle.

RSI-SWI

La storia di un uomo troppo buono, che ospita due personaggi poco raccomandabili e alla fine ci rimette la casa e la vita. Una pièce teatrale che, per ambientazione, si presta ad essere rappresentata in appartamenti privati, come sta facendo il Teatro di Lucerna.

Protagonista di questa singolare tournée è uno dei classici del teatro contemporaneo svizzero, il dramma di Max Frisch "Omobono e gli incendiari" [qui la relativa paginaLink esterno del Luzerner Theater, in inglese e tedesco].

Gli spettacoli si tengono in appartamenti privati, e nessuno degli spettatori sa in anticipo dove. Fatta eccezione per il padrone di casa, che oltre a mettere a disposizione lo spazio deve recitare, leggendo la sua parte dalla schiena di uno degli attori.

Attori capaci ogni volta di integrare i nuovi spazi e l'inventario.

"Omobono e gli incendiari" sarà replicato in 30 volte, in 30 case diverse. Ma con il successo che sta riscuotendo, potrebbe avere un seguito.

Parole chiave