Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Vertice in Cina Nuova Via della seta, accordi per 64 miliardi di dollari

Il presidente cinese Xi Jinping ha annunciato sabato la firma di accordi per 64 miliardi di dollari durante il vertice della "Nuova Via della seta". Ha inoltre invitato altri paesi ad aderire al suo massiccio programma di infrastrutture.

(1)

Servizio TG

Xi e 37 leader stranieri hanno concluso un forum di tre giorni a Pechino da cui è scaturita la promessa di garantire la sostenibilità finanziaria, sociale e ambientale dei progetti nell'ambito dell'iniziativa cinese, la Belt and Road Initiative, la "Nuova Via della seta".

Xi Jinping dopo la conferenza che ha chiuso il forum, al quale hanno partecipato 37 leader, tra cui il premier italiano Giuseppe Conte e il presidente della Confederazione Ueli Maurer.

(Keystone)

"Siamo determinati a sostenere uno sviluppo aperto, pulito e verde e rifiutiamo il protezionismo", ha detto Xi durante la conferenza stampa finale, senza accettare alcuna domanda. Tra i leader presenti, il presidente russo Vladimir Putin, il presidente della Confederazione Ueli Maurer, nonché i primi ministri italiani Giuseppe Conte e il pakistano Imran Khan.

Infrastrutture

L'iniziativa mira a costruire infrastrutture per i trasporti e l'energia in paesi particolarmente bisognosi in Asia, Europa, Africa e oltre.

Lanciato nel 2013, è finanziato da investimenti o prestiti per centinaia di miliardi di euro. I suoi critici la accusano di favorire le imprese cinesi, indebitando i paesi beneficiari o danneggiando l'ambiente.

Un esempio: lo Sri Lanka che, incapace di onorare i suoi rimborsi, ha dovuto consegnare a Pechino il controllo di un porto per 99 anni. Gli Stati Uniti e la maggior parte dei paesi dell'Europa occidentale hanno finora dimostrato il loro scetticismo.

"Un messaggio chiaro"

Ciò non toglie nulla all'appello dell'iniziativa cinese: durante il vertice, ha annunciato Xi Jinping, i dirigenti hanno firmato accordi per un valore di 64 miliardi di dollari.

"Il forum di quest'anno invia un messaggio chiaro: sempre più amici e partner si uniranno alla cooperazione nell'ambito della Nuova Via della Seta", ha detto.

In risposta alle critiche sul debito, Xi Jinping ha anche assicurato che le imprese e le forze di mercato svolgeranno un ruolo di primo piano. "Questo renderà i progetti più sostenibili e creerà un ambiente equo e non discriminatorio per gli investitori stranieri", ha detto, invitato a partecipare all'iniziativa.

"Prosperità significa stabilità"

Venerdì scorso, prima dell'inizio del vertice, Ueli Maurer ha difeso il mega-progetto cinese. Secondo lui, i miliardi investiti in tutto il mondo creano posti di lavoro e sicurezza. "E prosperità significa stabilità".

Cercando di contrastare le critiche alla presunta opacità di alcuni accordi, Xi Jinping aveva già chiesto venerdì scorso la "tolleranza zero" della corruzione.

"Di fronte a questo aumento della resistenza nell'ultimo anno e mezzo e a questa immagine del debito, la Cina sta cercando di riposizionarsi e di portare un messaggio rassicurante", dice Nadège Rolland, analista dell'American National Bureau of Asian Research. "Ma poi dovremo vedere come funziona davvero", dice.

Cosa ne pensa chi si confronta tutti i giorni con la realtà cinese? Scopriamolo nel servizio della Radiotelevisione svizzera.

(2)

Servizio TG

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box