Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Un aiuto ai soccorritori A Rigopiano il radar svizzero anti-valanghe

(1)

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Uno speciale radar ideato e messo a disposizione da una piccola start-up di Zurigo è stato attivato sabato a monte dell’Hotel Rigopiano a Farindola, in Abruzzo, dove i soccorritori sono esposti tra l’altro al rischio di nuove valanghe. Il dispositivo serve a monitorare i movimenti sulle montagne e allarmare immediatamente i soccorritori in caso di pericolo.

La start-up zurighese di Lorenz Meier era stata contattata venerdì dagli esperti dell’Università di Firenze, che erano a conoscenza dello speciale radar per valanghe.

Due collaboratori dell’azienda sono immediatamente partiti per l'Abruzzo: “È stato difficile per loro arrivare sul posto con tutto il materiale”, spiega Meier, “e con il cattivo tempo che continua a impedire di vedere da dove possono staccarsi le valanghe. È questo il grande vantaggio del radar. Può scorgere i movimenti anche attraverso la nebbia, la pioggia, la neve."

Il buon funzionamento dell'apparecchio è controllato direttamente da Zurigo. Quello installato a Farindola, è simile a uno che è già da tempo operativo in Vallese alle porte di Zermatt, per monitorare eventuali slavine che potrebbero precipitare sulla strada.

“Il nostro radar può riconoscere tutti i movimenti da due chilometri di distanza e su un fronte di 2 chilometri e informa in tempo reale se rileva una slavina. A Zermatt, se si stacca una valanga, in pochissimi secondi il sistema blocca la strada in due punti con delle barriere."

In Abruzzo è stato possibile montare solo un radar provvisorio, attaccandolo a un albero. Ma la tecnologia è identica.

"Anche lì il sistema riconosce slavine fino a due chilometri di distanza. In quel caso scatta una sirena che avvisa i soccorritori. Tocca alle autorità locali organizzare le operazioni in modo che queste persone possano mettersi al sicuro entro circa un minuto."

subscription form

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 23.01.2017)

×