Il progetto pilota di formazione degli imam all'Università di Ginevra (UNIGE) avviato nel settembre 2017 non sarà riproposto nell'anno accademico 2019/2020 a causa del numero insufficiente di iscrizioni.

Il corso - su scala romanda - dovrebbe riprendere l'anno seguente.

Occorrerebbero una decina di iscritti mentre ve ne sono solo tre o quattro, ha detto oggi Marco Cattaneo, portavoce dell'Università di Ginevra, confermando un'informazione della televisione locale Léman Bleu.

La valutazione della nuova formazione è tuttavia positiva, sottolinea Cattaneo. Questi corsi che rispondono a un reale bisogno hanno suscitato un interesse che va oltre Ginevra. Vi sono discussioni in corso per proporre una istruzione in una prospettiva regionale, ha aggiunto il portavoce.

L'obiettivo è di aiutare gli imam a integrarsi nella società. Il corso è finanziato con fondi federali dall'Ufficio dell'integrazione degli stranieri del Canton Ginevra. L'UNIGE si aspetta anche che i politici si posizionino su questa formazione che ha quale scopo l'integrazione.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box