In visita a Vienna, il consigliere federale Ueli Maurer ha espresso oggi dubbi riguardo a una rapida intesa su un accordo quadro istituzionale tra la Svizzera e l'Unione europea.

Il presidente della Confederazione ha messo in guardia da una guerra economica tra Berna e Bruxelles e ha chiesto all'Ue un po' di pazienza.

Parlando ai giornalisti insieme al presidente austriaco Alexander Van der Bellen, il responsabile del Dipartimento delle finanze, che ha incontrato anche il cancelliere Sebastian Kurz, ha ricordato che quest'anno sia la Svizzera che l'UE eleggono i loro parlamenti. "Forse non sarebbe male esaminare le questioni dopo le elezioni, con nuove persone", ha affermato.

Il politico UDC ha chiesto comprensione per sistema decisionale elvetico, che ha paragonato alla ruminazione delle mucche. Tuttavia, ha riconosciuto che la pazienza di Bruxelles è stata messa a dura prova.

Come noto la Commissione europea preme affinché venga sottoscritto un accordo quadro istituzionale che regoli i rapporti fra la Svizzera e i 28. Il Consiglio federale ha avviato un'ampia consultazione sul progetto di testo concordato con l'Ue, che finora ha raccolto scarso consenso. Il governo, che non si è espresso sul risultato negoziale, ha fatto sapere che farà il punto in primavera.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box