La società di carte di credito Swisscard ha bloccato le transazioni di organizzazioni che operano con criptovalute.

L'azienda, frutto della collaborazione tra Credit Suisse e American Express, ha confermato all'agenzia AWP un'informazione in tal senso diffusa oggi dal portale "Inside Paradeplatz", da cui risulta che le transazioni sono vietate dall'inizio di giugno.

La misura riguarda i clienti che hanno ottenuto una carta per il tramite di Credit Suisse. Swisscard non ha voluto esprimersi sul motivo di questo provvedimento.

Swisscard ha sede a Horgen vicino a Zurigo, dove attualmente impiega circa 700 persone. In totale, Swisscard annovera oltre 1,5 milioni di clienti.

Stando al sito, dietro questa decisione potrebbe esserci la pressione degli Stati Uniti, paese che considera sospette le transazioni mediante criptovalute, diventate un mezzo di pagamento per la criminalità dal momento che garantiscono un certo anonimato.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box