Schiaffo della Corte Suprema ad Apple.

Con cinque voti a favore e quattro contrari, la Corte Suprema dà il via libera alla causa che accusa Apple di monopolio richiedendo ai proprietari di dispositivi di Cupertino di scaricare app solo dall'App Store, gonfiando artificialmente i loro prezzi con una commissione del 30%.

Per Apple si tratta di una doccia fredda che minaccia il suo modello di business e che mette a rischio miliardi di dollari. Cupertino sta infatti da diverso tempo ormai spingendo sui servizi per contrastare il rallentamento delle vendite di iPhone e la commissione che impone sulle vendite tramite il suo negozio digitale è uno dei motori della crescita di Apple.

La reazione di Cupertino a Wall Street è immediata: i titoli arrivano a perdere il 5,3% risentendo anche della guerra dei dazi fra Stati Uniti e Cina di cui Apple potrebbe restare vittima.

La decisione della Corte Suprema non entra nel merito dell'azione legale, ovvero se Apple sia monopolista o meno, ma stabilisce solo che l'azione legale avviata contro la società può andare avanti.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box