Il Salone del Libro resta a Torino. Il marchio della kermesse è andato a 'Torino, la città del libro', associazione dei fornitori della manifestazione che se l'è aggiudicato all'asta per 600 mila euro.

"Il Salone vive e continua a rimanere a Torino", commentano i rappresentanti dell'associazione, Silvio Viale e Lorenzo Loreti, nello studio del notaio dove è stata aperta la busta. La loro era l'unica offerta. L'aggiudicazione è provvisoria: l'ultima parola spetta al Ministero per i beni e le attività culturali (Mibact), al termine di una procedura che dovrebbe durare tre mesi.

Con l'acquisizione del marchio da parte della associazione dei fornitori, viene a quindi a configurarsi una organizzazione del Salone in capo ai privati, mentre la parte culturale resterebbe prerogativa della parte pubblica.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box