Il cambiamento climatico è una delle cause principali della scomparsa di specie a livello mondiale. Il suo impatto sulla biodiversità potrebbe essere stato persino sottovalutato, secondo uno studio zurighese che evoca un effetto domino.

Su circa otto milioni di specie, tra le 500'000 e un milione sono minacciate di estinzione, aveva indicato all'inizio di maggio la Piattaforma intergovernativa scientifica e politica sulla biodiversità e i sistemi ecosistemici (IPBES). Una specie su otto nel mondo potrebbe sparire nel corso dei prossimi decenni.

I modelli climatici utilizzati finora per prevedere il destino di certe specie sono insufficienti, avvertono ricercatori dell'Università di Zurigo (UZH) in un comunicato. Le specie formano una grande rete di interdipendenze e la scomparsa di una di loro può provocare la perdita di altre per effetto domino. Gli specialisti parlano in questo caso di coestinzione.

L'équipe di Jordi Bascompte ha cercato di stimare l'ampiezza di tale effetto su piante da fiore e insetti pronubi (insetti che trasportano il polline da un fiore all'altro permettendo l'impollinazione) in sette regioni d'Europa. Ne risulta che, verosimilmente, ben più specie sono minacciate di estinzione di quanto si pensasse, secondo i lavori pubblicati sulla rivista Science Advances.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box