Le Città dovrebbero avere la facoltà di trattare con la Confederazione senza il tramite dei Cantoni.

Nell'ambito della campagna per le elezioni federali di ottobre, i candidati dell'ala urbana del PLR hanno presentato oggi a Berna un manifesto per aumentare l'influenza dei centri.

"La politica federale si occupa molto poco delle città", ha detto Florence Bettschart, ex presidente del PLR di Losanna. Eppure il 73% della popolazione vive in aree urbane e la Svizzera trarrebbe vantaggio a migliorare il potenziale delle città.

Il PLR Urbano vorrebbe introdurre una "scorciatoia" tra la Confederazione e le regioni urbane. L'articolo sulle città nella Costituzione dovrebbe essere integrato da una legge quadro che esoneri la Confederazione dal passare attraverso i Cantoni, ad esempio per quanto riguarda i centri federali d'asilo o i compiti d'integrazione per gli stranieri, ha detto l'ex municipale di Berna Alexandre Schmidt. Sarebbe più efficiente e meno burocratico.

Le Città dovrebbero inoltre poter derogare al diritto federale quando si tratta di sperimentare soluzioni per rivitalizzare i centri storici. Attraverso la perequazione finanziaria, i Cantoni ricevono già un indennizzo per i centri, ma non c'è alcuna garanzia che il denaro finisca effettivamente alle Città, ha spiegato Schmidt.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box