Il consigliere federale Guy Parmelin da domenica fino al 14 luglio guiderà una missione economico-scientifica in Giappone e Vietnam. Al centro delle discussione vi saranno gli accordi di libero scambio con i due Paesi asiatici.

Al viaggio - per ampliare la rete di contatti - parteciperanno anche rappresentanti elvetici dell'economia, della formazione, della ricerca e dell'innovazione, indica in una nota odierna il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR).

Lo scopo della visita in Giappone, partner di lungo corso, è anche quello di approfondire ulteriormente la collaborazione fra i due Paesi, sviluppando ad esempio l'accordo di libero scambio e di partenariato economico in vigore da 10 anni. Il volume di scambi bilaterali con il paese nipponico supera i 12 miliardi di franchi e questo rappresenta così uno dei principali partner commerciali - oltre che per la cooperazione scientifica - della Svizzera in Asia.

Le aziende elvetiche hanno investito oltre 14 miliardi nel Paese del Sol levante, mentre sono 25 i miliardi di franchi che i giapponesi investono in Svizzera.

"Contro la discriminazione"

La Camera di Commercio Svizzera-Giappone si augura che Parmelin interverrà "contro la discriminazione delle imprese svizzere nei confronti dei concorrenti provenienti dall'Unione europea". "Dall'entrata in vigore dell'accordo di libero scambio tra Ue e Giappone, nel febbraio 2019, le aziende svizzere sul mercato nipponico sono state svantaggiate", indica in una nota odierna Martin Herb, presidente della Camera di Commercio svizzero-giapponese.

Herb, che farà parte della delegazione che partirà in direzione dell'Asia, spera che gli incontri ufficiali con i ministeri competenti a Tokyo possano creare uno slancio positivo per un ulteriore sviluppo delle relazioni economiche.

Il viaggio prosegue in Vietnam

Il viaggio organizzato dal DEFR si sposterà in seguito in direzione di Hanoi, dove verrà discusso un accordo di libero scambio tra il Vietnam e gli Stati dell'AELS.

Da oltre 25 anni la Svizzera è un partner dello sviluppo economico del Vietnam, aggiunge il DEFR, precisando che a spiccare per dinamicità nelle relazioni bilaterali è soprattutto il commercio di beni.

Lo scorso anno il volume annuo di scambi commerciali fra i due Paesi è stato di circa 2 miliardi di franchi, in aumento di circa il 5%, il che colloca il Vietnam al quarto posto nella lista dei partner commerciali della Confederazione nell'area del Sud-est asiatico. Finora sono 690 i milioni investiti in Vietnam da imprese svizzere.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box