Con Joao Gilberto, morto ieri a Rio de Janeiro all'età di 88 anni, scompare l'ultimo dei "padri" della Bossa Nova, il genere musicale nato dall'incontro tra la musica brasiliana, in particolare il samba, e il jazz nordamericano e intrisa di "saudade", la nostalgia.

La sua collaborazione di diversi decenni con il pianista e compositore Tom Jobim e il poeta-diplomatico Vinicius de Moraes ha contribuito ad affermare questo filone sulla scena musicale mondiale, con pezzi quali "Garota de Ipanema" (La ragazza di Ipanema), "Desafinado", "Chega de saudade", "Rosa Morena", "Corcovado" e "Aquarela do Brasil".

Joao Gilberto, padre della cantante Bebel Gilberto, ha concluso la sua vita in solitudine e in miseria, in seguito ad una disputa che ha visto opposti da un lato i suoi figli Bebel e Marcelo e dall'altro l'ultima moglie, Claudia Faissol, di 40 anni più giovane di lui, da cui viveva separato.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box