Mai, nei primi due mesi dell'anno, sono state iscritte in Svizzera così tante ditte a registro di commercio come nel 2019: lo sottolinea la società di informazioni economiche Creditreform, che attesta 7641 iscrizioni, con una progressione su base annua del 6%.

Tenendo conto della congiuntura stabile Creditreform si aspetta che per l'insieme dell'anno le nascite di nuove aziende si assestino a 43'000-44'000.

In aumento sono però anche i fallimenti: nei primi due mesi dell'anno hanno depositato i bilanci 1143 aziende, il 3,1% in più dell'anno precedente. La parte del leone era rappresentata dalle insolvenze (832, +4,8%), mentre un calo (-1,3% a 311) è stato rilevato riguardo alle chiusure per lacune nell'organizzazione (articolo 731b del Codice delle obbligazioni). Per il solo mese di febbraio i fallimenti totali sono saliti del 2,2% a 564, con le insolvenze in aumento del 6,4% a 415.

Sulla base di queste prime indicazioni Creditreform ritiene che il 2019 possa diventare un anno record sul fronte delle bancarotte: si potrebbe addirittura raggiungere la quota di 5000 insolvenze aziendali (a cui vanno poi aggiunte quelle dei privati).

I dati diffusi oggi non permettono di estrapolare dettagli riguardo all'andamento statistico nelle varie regioni del paese.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box