Il consigliere nazionale Luzi Stamm (UDC/AG), al centro di un'indagine della polizia bernese per possesso di cocaina, aveva promesso alla sezione cantonale del partito che si sarebbe preso una pausa e che non avrebbe più partecipato alla sessione primaverile.

Ma oggi è tornato a sedere alla Camera del popolo. Un suo collega lo ha poi convito a sottoporsi a cure mediche. L'UDC di Argovia ha annunciato oggi che il consigliere nazionale e presidente della sezione Thomas Burgherr (UDC/AG) ha persuaso Stamm della necessità di cure. Il partito cantonale gli augura un rapido ristabilimento e ritorno all'attività politica. La sezione democentrista ricorda di aver seguito "da tempo con crescente preoccupazione" lo stato di salute di Luzi Stamm. Questo è stato anche il motivo per cui non lo ha più designato per le prossime elezioni.

Stamm, 66 anni, da 28 sotto la cupola di Palazzo federale, si è ritrovano negli scorsi giorni al centro di un polverone per aver acquistato martedì scorso - a suo dire - da un musicista di strada un grammo di cocaina per poco più di 40 franchi e averla poi portata in parlamento.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box