È morta due giorni fa, a ottantotto anni, in un ricovero protetto di Trivandrum, in Kerala, Dakshayani, l'elefantessa in cattività più vecchia dell'India.

Dakshayani, che si era meritata il soprannome di Gaja Muthassi, 'l'elefantessa nonna', era molto conosciuta e amata: per decenni aveva partecipato, come portatrice di buoni auspici, a cerimonie religiose, matrimoni, processioni.

Dakshayani è morta quasi all'improvviso, dopo che per qualche giorno aveva iniziato a rifiutare ogni tipo di cibo. Le persone che si occupavano di lei, per conto del Travancore Devaswom Board, l'associazione che l'aveva acquista un decennio fa, l'hanno ricoperta di stoffe preziose e corone di fiori, e vegliata, come fosse una persona. Normalmente, gli elefanti in cattività non superano i quaranta anni di vita, in rari casi raggiungono i cinquanta.

Pur ammettendo che l'elefantessa era stata sempre curata e trattata con tutte le attenzioni, le associazioni animaliste hanno criticato la sua condizione di prigioniera, sostenendo che gli animali devono vivere nel loro ambiente naturale. Si calcola che nel mondo gli elefanti asiatici in cattività siano circa 15 mila: secondo un recente studio in India ce ne sono 2454.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box