In vista dell'imminente inizio del Word Economic Forum (WEF), in programma dal 22 al 25 gennaio, l'esercito è già impegnato nei Grigioni nell'allestimento del dispositivo di sicurezza.

Lo indica una nota diffusa stamane dal Dipartimento federale della difesa (DDPS), ricordando che nell'ambito del servizio di appoggio il parlamento ha fissato un limite massimo di 5000 militari.

Solo una parte di loro sarà attiva a Davos, gli altri opereranno nel resto del cantone per proteggere le infrastrutture e fornire prestazioni a livello logistico e di aiuto alla condotta. Il DDPS ricorda che per i suoi compiti la truppa disporrà di poteri di polizia, come previsto dall'ordinanza in materia. La responsabilità d'impiego spetta alle autorità civili di Coira, la guida è affidata al comandante della Polizia cantonale grigionese, colonnello Walter Schlegel.

Per garantire la sicurezza nello spazio aereo - di cui è responsabile la Confederazione - saranno attive le Forze aeree, che effettueranno voli di sorveglianza e trasporti aerei per il cantone. Da lunedì 21 gennaio alle 08.00, fino a sabato 26 alle 17.00 lo spazio aereo sarà limitato. Anche quest'anno gli ospiti del WEF potranno atterrare direttamente a Dübendorf (ZH) e proseguire per Davos con elicotteri privati o via terra.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box