Niente corruzione o mala gestione all'ETH di Zurigo: queste le conclusioni di un rapporto esterno che il Consiglio dei Politecnici federali ha ordinato dopo il licenziamento di una professoressa di astronomia e al accuse in seguito formulate da una sua collega.

L'inchiesta amministrativa, affidata alla società di revisione e di consulenza BDO SA, arriva alla conclusione che all'interno del Dipartimento di fisica del Politecnico federale (ETH) di Zurigo "le regole per la distribuzione dei fondi sono state rispettate e che i fondi sono stati distribuiti in modo adeguato e con la necessaria trasparenza".

Stando a una nota del Consiglio dei politecnici federali, i revisori della BDO sono inoltre arrivati ad escludere che ci siano state discriminazioni o abusi di potere nelle nomine all'interno del dipartimento.

Delle accuse che hanno interessato l'ETH si è occupato anche il Controllo federale delle finanze (CDF), il quale, pur incoraggiando l'adozione di misure per una maggiore trasparenza, ha a sua volta escluso che ci siano state forme di discriminazione sistematica legate al sesso dei professori.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box