Un sito con 40 mummie è la prima scoperta archeologica annunciata per il 2019 in Egitto. Lo segnala un messaggio del ministero delle Antichità egiziano postato su Facebook.

La scoperta è stata fatta a Touna El-Jabal, nei pressi di Minya, a città poco più di 200 km sud del Cairo. È il terzo anno consecutivo che viene annunciato un rinvenimento nell'area e stavolta, oltre alle mummie, sono stati trovati anche "numerosi utensili in ceramica".

Il ritrovamento è stato fatto nell'ambito di una cooperazione fra il dicastero e l'Università di Minya, precisa il post sottolineando che il ministro delle Antichità egiziano, Khaled El-Enany, ha previsto che "numerose nuove scoperte archeologiche saranno annunciate prossimamente in Egitto".

Dal canto suo la ministra del Turismo, Rania al Mashat ha sottolineato che esiste un'eccellente cooperazione fra il suo dicastero e quello dell'Antichità e che questo contribuirà a creare attesa per l'apertura al Cairo del nuovo "Grande museo egiziano" prevista "per l'anno prossimo", è scritto nel post.

Le circa 40 mummie sono state trovate all'interno di camere funerarie scavate nella roccia e appartenenti a una famiglia della classe media vissuta probabilmente nel periodo tolemaico, romano o bizantino, hanno riferito autorità egiziane.

Le mummie sono in buone condizioni e almeno dieci sono di bambini. Alcune sono decorate con scritture a mano in demotico, una forma usata appunto dalla gente comune. Oltre a ceramiche, sono stati rinvenuti anche papiri e sarcofagi colorati.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box