Altro passo avanti nella creazione di un Centro di competenza per la cyber-sicurezza. Il Consiglio federale ha approvato oggi il "Piano di attuazione della Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i cyber-rischi (SCNPC) 2018-2022".

Il Piano di attuazione stabilisce in che misura bisogna tener conto del significativo acuirsi della situazione di minaccia nell'ambito della cyber-sicurezza, basandosi sulle decisioni di principio adottate dal Consiglio federale a fine gennaio 2019, indica una nota governativa odierna.

Con la creazione del nuovo Centro per la cyber-sicurezza si tiene conto delle richieste del Parlamento e del mondo economico, che auspicano una maggiore centralizzazione delle attività in materia, precisa ancora il comunicato. Nel Piano d'attuazione si menzionano non solo gli attori dell'Amministrazione federale, ma anche i Cantoni, l'economia e le università.

Le misure prioritarie a livello federale sono l'elaborazione di ulteriori standard minimi nella sicurezza informatica, la verifica dell'obbligo di notifica dei cyber-incidenti, la creazione di un pool interdipartimentale di esperti in materia di cyber-sicurezza e l'istituzione di un punto di contatto rivolto a cittadini, autorità, mondo economico e accademico.

Per consentire di svolgere i nuovi compiti con la dovuta preparazione sono state stanziate risorse per 24 posti di lavoro a partire dal 2020, destinati agli uffici competenti operanti nella cyber-sicurezza.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box