Nella centrale nucleare di Leibstadt, in Argovia, si è registrato durante l'ultima revisione un incidente causato da una "serie di errori umani" che ha provocato un aumento delle radiazioni in una sala di stoccaggio.

In un comunicato pubblicato oggi sul suo sito internet (in tedesco e francese), l'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) sottolinea come le raccomandazioni derivate dall'analisi di precedenti errori non abbiano avuto "alcun effetto". Soltanto una settimana fa, l'IFSN aveva in effetti reso noto che la medesima centrale argoviese ha dovuto licenziare un dipendente che dal 2016 aveva falsificato i risultati dei test di tre apparecchi che misurano le dosi di neutroni.

L'ultimo incidente si è verificato il 20 settembre 2018, mentre il reattore di Leibstadt era disattivato per la revisione annuale, e ha interessato la sala di stoccaggio del separatore d'acqua che normalmente si trova sopra gli elementi di combustibile nucleare all'interno del nocciolo del reattore.

Durante lo stoccaggio del separatore si è verificato un aumento imprevisto del dosaggio di radiazioni, salite da 0,06 millisieverts (mSv) all'ora a 2 mSv all'ora. Inoltre, a causa del funzionamento difettoso di un raccordo, una guarnizione si è parzialmente danneggiata, provocando il calo del livello dell'acqua nella vasca di stoccaggio.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box