Uccelli acquatici in leggera diminuzione nei laghi di Neuchâtel e Morat (FR): lo indica un censimento, effettuato una decina di giorni fa, dall'Associazione Grande Cariçaie (AGC), che ha rilevato 63'647 volatili nelle acque neocastellane e 3686 in quelle friburghesi.

Il risultato totale - pari a 67'333 uccelli acquatici - risulta essere leggermente inferiore alla media degli ultimi dieci anni, indica in una nota odierna l'AGC, precisando che questo calo è dovuto in parte alle difficili condizioni al nord dei due laghi, teatri di forte raffiche di vento e pioggia.

Tre quarti degli uccelli acquatici si trovano infatti sulla riva sud del lago di Neuchâtel. Tra questi, il 37% si situa all'interno della riserva internazionale ORUAM (Ordinanza sulle riserve d'importanza internazionale e nazionali d'uccelli acquatici e migratori). In particolare nella zona friburghese tra Cheyres ed Estavayer-le-Lac.

Una corrente d'aria proveniente da ovest presente sull'Europa centrale poco prima del censimento ha complicato le operazioni di conteggio dello scorso 13 gennaio: le abbondanti precipitazioni hanno movimentato lo specchio d'acqua e limitato le osservazioni al largo.

I volatili nei pressi delle rive hanno cercato di proteggersi dal maltempo rifugiandosi nei canneti lacustri. Gli effettivi recensiti sono dunque stati probabilmente sottostimati, sottolinea l'associazione.

Il livello basso del lago di Neuchâtel - a 429, 1 metri di profondità - ha comunque permesso alle anatre di essere presenti in gran numero. Il moriglione (Aythya ferina), la moretta (Aythya fuligula) e il fistione turico (Netta rufina) sono tuttavia i veri dominatori e costituiscono quasi il 68% degli uccelli acquatici presenti nei due laghi.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box