Svizzera e Gran Bretagna si preparano al dopo Brexit: il consigliere federale e ministro dell'economia Guy Parmelin e il ministro del Commercio Estero britannico Liam Fox hanno firmato oggi a Berna un accordo commerciale bilaterale.

Grazie a questo accordo, "i diritti e gli obblighi economici e commerciali derivanti dagli accordi elvetici con l'Unione europea resteranno in vigore tra i due Paesi contraenti", indica in una nota odierna il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR). Queste intese, viene sottolineato, mirano a ridurre o eliminare le barriere commerciali e le discriminazioni negli scambi economici.

Presente alla cerimonia delle firme anche la ministra degli affari esteri del Liechtenstein Aurelia Frick. L'accordo tra Confederazione e Regno Unito si estende infatti anche al Principato in virtù del suo accordo doganale con la Svizzera.

Il trattato firmato oggi entrerà in vigore quando le intese stipulate tra Svizzera e Ue non varranno più per le relazioni tra Confederazione e Gran Bretagna. In questo ambito, sarà ancora da stabilire l'entrata in vigore dell'accordo nel caso in cui l'uscita del Regno Unito dall'Ue si prolunghi oltre il prossimo 29 marzo.

La firma odierna rappresenta un ulteriore passo nella strategia "mind the gap" del Consiglio federale, che si prefigge di mantenere ed eventualmente estendere i diritti e gli obblighi vigenti nei rapporti con il Regno Unito anche dopo la Brexit, precisa il comunicato.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box