La borsa svizzera, partita in rialzo, è ben presto scivolata sotto la soglia della parità terminando la seduta con l'indice dei valori guida SMI in calo dello 0,10% a 9'331,62 punti, mentre il listino globale SPI ha ceduto lo 0,04% a quota 11'054,18.

Sono apparsi deboli il gigante dell'alimentare Nestlé (-0,11% a 92.80 franchi) e Roche (-0,33% a 270.30 franchi), mentre il terzo peso massimo difensivo Novartis (+0,11% a 90.98 franchi) è rimasto a galla.

Fiacchi, tra i bancari, UBS (-0,12% a 12.22 franchi ) e soprattutto Credit Suisse (-1,24% a 11.90 franchi): Julius Bär ha invece allungato il passo dello 0,61% (a 42.94 franchi). Tra i ciclici Geberit ha lasciato sul terreno dell'1,69% (a 401.00 franchi), anche se in mattinata ha annunciato per il 2018 risultati aziendali in rialzo sul piano degli utili e del fatturato. Gli investitori hanno però guardato all'aumento del dividendo, risultato inferiore al previsto, e alle prudenti prospettive formulate dal gruppo.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box