Dopo un'apertura positiva i listini della Borsa svizzera sono scivolati sotto la parità, per riportarsi al di sopra di essa poco più di due ore dall'inizio degli scambi. Alle 11.15 l'SMI segna un +0,10% a 9'413.73 punti, l'SPI un +0,07% a 11'394.20 punti.

Gli investitori nutrono ancora speranze che possa essere trovato un accordo nel conflitto commerciale che oppone USA e Cina, ma sono prudenti, viene affermato sul mercato. Intanto riaffiorano altri fattori di incertezza, dalle tensioni tra Stati Uniti e Iran all'aumento del prezzo del petrolio alle discussioni tra Italia e UE sul bilancio alla Brexit.

Tra le blue chip sotto i riflettori LafargeHolcim (+2,50%), che ha pubblicato oggi risultati trimestrali superiori alle attese. Bene gli assicurativi con Swiss Life che sale dell'1,07% e Swiss Re e Zurich dello 0,95% così come Swisscom (+0,85%). Positivi anche i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,18%), Novartis (+0,12%) e Roche (+0,08%).

Sotto pressione invece Alcon (-1,76%) che presenterà i suoi trimestrali stanotte, così come il lusso (Richemont -1,17%, Swatch -1,01%). In calo anche i bancari (Credit Suisse -0,54%, UBS -0,04%).

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box