La borsa svizzera termina la settimana con una seduta in ribasso, la terza consecutiva: l'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 9003,41 punti, in flessione dello 0,36% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha perso o 0,42% a 10'527,03 punti.

Con l'avvicinarsi del fine settimana gli investitori si sono trovati poco propensi ad impegnarsi. Continuano a pesare le incognite della Brexit e della vertenza commerciale fra Stati Uniti e Cina. Non mancano inoltre i timori su un raffreddamento generale della congiuntura mondiale, alimentanti anche dagli ultimi dati giunti dalla Germania (export peggiore di quanto atteso) e dall'Italia (produzione industriale nuovamente in calo).

Sul fronte interno Nestlé (-0,02% a 86,29 franchi) ha a lungo beneficiato dei buoni risultati di L'Oreal, di cui controlla una quota importante. Ancora meglio orientati sono però apparsi gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (+0,14% a 88,52 franchi) e Roche (+0,68% a 268,35 franchi).

Sono scivolati sempre più all'indietro con il trascorrere delle ore i valori più sensibili ai cicli economici come ABB (-1,63% a 19,02 franchi), Adecco (-1,32% a 49,97 franchi), Geberit (-1,41% a 384,50 franchi), LafargeHolcim (-1,68% a 46,81 franchi) e Sika (-1,85% a 127,20 franchi).

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box