Il Tribunale superiore bernese ha confermato in appello la condanna inflitta in primo grado a cinque rapper del collettivo bernese Chaostruppe.

In una canzone avevano proferito insulti a carattere sessuale nei confronti della consigliera nazionale dell'UDC Natalie Rickli.

La notizia, riportata oggi dal "Sonntagsblick", è stata confermata all'agenzia Keystone-ATS dalla stessa deputata zurighese 42enne. La sentenza può ancore essere contestata davanti al Tribunale federale.

I cinque rapper avevano pubblicato nel 2014 su internet un videoclip con una canzone intitolata "Natalie Rikkli", nella quale si rivolgevano con pesanti insulti a carattere sessuale ed esortazioni sconce alla consigliera nazionale Rickli. Questa li aveva denunciati per calunnia, ingiuria e molestie sessuali.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box