La Svizzera è stata definitivamente tolta dalla lista grigia dei paradisi fiscali stabilita dall'Unione europea. I ministri dei 28 oggi a Lussemburgo hanno seguito la raccomandazione dei loro ambasciatori, hanno confermato a Keystone-ATS osservatori su posto.

La decisione era attesa. Già a metà settembre i gruppi di esperti dell'Unione avevano raccomandato di eliminare la Svizzera dalla lista grigia.

La condizione per eliminare la Confederazione dalla lista era l'accettazione da parte del popolo svizzero della Riforma fiscale e finanziamento dell'AVS (RFFA). Berna dispone ora di un sistema fiscale compatibile con le norme dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e dell'Ue. La RFFA entrare in vigore il primo gennaio 2020.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box