Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La consigliera federale e il suo nuovo amico a quattro zampe.

KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

(sda-ats)

A San Gallo si è aperta oggi la 75esima edizione dell'Olma, la tradizionale fiera svizzera dell'agricoltura e dell'alimentazione, inaugurata dalla presidente della Confederazione Doris Leuthard. L'ospite d'onore è il canton Turgovia.

Il Piano Wahlen - un programma svizzero di autosufficienza alimentare - era in piena applicazione nel corso della prima edizione dell'Olma tenutasi nel 1943, durante la guerra mondiale, ha ricordato oggi Leuthard. Il tema dell'alimentazione rimane importante ancora oggi, prova ne è il chiaro "sì" al decreto sulla sicurezza alimentare, ha sottolineato la consigliera federale.

La Svizzera deve affrontare grandi sfide. A causa dell'espansione urbana il suolo a disposizione è sempre minore e anche il cambiamento climatico sta modificando le condizioni di produzione. Molti agricoltori sono troppo dipendenti dal governo e ciò a scapito di contribuenti e consumatori.

Il Consiglio federale affronterà nelle prossime settimane il tema dello sviluppo della politica agricola. La competitività economica dell'agricoltura svizzera dovrebbe essere ottimizzata, ha sostenuto Leuthard.

Dopo il discorso, la presidente della Confederazione ha fatto il giro della fiera e si è prestata alla tradizionale foto con il maialino.

Il direttore Nicolo Paganini è ritornato sulla storia dell'Olma, ricordando che era inizialmente denominata Fiera agricola e lattiera della Svizzera orientale. Da 13 anni tuttavia il nome è stato trasformato in Fiera dell'agricoltura e dell'alimentazione.

Inizialmente gli espositori presenti erano 150, mentre attualmente sono oltre 600 e in questi 75 anni il numero dei visitatori è cresciuto da 91'000 a circa 400'000.

Quest'anno sarà inoltre presente anche l'esercito svizzero con una speciale dimostrazione: gli chef di truppa mostreranno come vengono sfamati gli specialisti di montagna di Andermatt (UR).

Tra le esposizioni anche temi legati alla biodiversità, all'agricoltura e al cambiamento climatico. Saranno inoltre presenti degli esperti che spiegheranno le loro ricerche e risponderanno alle domande in un "Forum Café".

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS