Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il fidanzatino 17enne di Noemi Durini ha confessato di aver ucciso la ragazza di 16 anni originaria di Specchia (Lecce) scomparsa il 3 settembre scorso.

E ha indicato dove cercarne il cadavere, trovato poi dai carabinieri nel comune di Castrignano del Capo, in una campagna adiacente alla strada provinciale per Santa Maria di Leuca.

Il corpo di Noemi era parzialmente occultato sotto alcuni massi. Il padre 41enne dell'omicida è indagato, in concorso con il figlio, per omicidio volontario.

Noemi Durini era scomparsa da casa il 3 settembre scorso: l'ultima sua immagine è stata catturata da una telecamera di sorveglianza e risale alle 5 del mattino di quel giorno. Si vede una Fiat 500 bianca sulla quale sale e alla cui guida si trova il fidanzato 17enne che oggi, a 11 giorni dalla scomparsa della ragazzina, ha confessato l'omicidio.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS