Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

UBS, utile netto in calo

827 milioni di franchi nel terzo trimestre 2016, contro i 2 miliardi del 2015; Ermotti: "buon risultato considerato il contesto"

Risultati in calo per UBS: nel terzo trimestre del 2016 la banca numero uno in Svizzera ha registrato un utile netto di 827 milioni di franchi, contro i 2 miliardi dello stesso periodo del 2015.

Numeri che forse deludono gli analisti -va precisato che nel 2015 la banca aveva beneficiato di un credito d'imposta di 1,3 miliardi di franchi- ma non Sergio Ermotti, direttore generale di UBS, che parla di un risultato convincente considerando il contesto economico.

"Un buon risultato se teniamo in considerazione il contesto in cui abbiamo operato, che è estremamente sfidante dal punto di vista macroeconomico, geopolitico, regolamentare. E poi abbiamo un effetto stagionalità che di solito ha effetti negativi per noi."

Senza considerare gli effetti straordinari, la prestazione finanziaria di UBS è comunque migliorata nella misura dell'11%.

Sul piano operativo è soprattutto nel settore nell'investment banking che l'istituto ha dovuto incassare il calo di utile maggiore. Per Sergio Ermotti, inoltre, le incertezze legate alla crescita mondiale continueranno a farsi sentire.

"Le previsioni restano coerenti con quello che abbiamo detto negli ultimi anni, purtroppo il contesto resta sfidante su tutti i fronti e perciò dobbiamo restare focalizzati nei nostri piani e stare vicino alla nostra clientela in questi momenti sfidanti".

Ma gli investitori hanno reagito bene visto che in mattinata il titolo era uno dei pochi in rialzo dell'indice SMI.

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×