Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Brexit, Barnier: "meno di 18 mesi per negoziare"

Il capo trattative per la Commissione europea invita il Regno Unito a non perdere tempo; accordo deve essere pronto per ottobre 2018

È un invito a non perdere tempo e a iniziare al più presto le procedure per uscire dall'Unione europea quello che Michel Barnier ha rivolto martedì ai britannici.

L'ex commissario agli affari economici, divenuto capo negoziatore sulla Brexit per la Commissione europea, prevede un calendario negoziale estremamente serrato per arrivare a un accordo entro le elezioni europee del 2019.

La procedura di "divorzio" non è ancora formalmente scattata, ma a Bruxelles quasi non si parla d'altro; grande era quindi l'attesa per la prima apparizione pubblica dell'uomo che dovrà guidarla per la Commissione.

"L'Ue è pronta a ricevere la notificazione britannica", ha detto Barnier. "Il tempo sarà poco, meno di due anni. Prima cominciamo, meglio sarà".

Il governo di Londra ha detto che attiverà l'articolo 50 a fine marzo. La Brexit si consumerà due anni dopo, subito prima delle elezioni europee del 2019.

Di fatto, il tempo per negoziare sarà di diciotto mesi, e un accordo dovrebbe essere pronto nell'ottobre del 2018, secondo Barnier, per essere poi ratificato.

Verterà sia sull'uscita dall'Unione, sia sul modello di relazioni future. Barnier non ha fornito dettagli, ma ha ribadito quattro punti, e tra questi uno che gli svizzeri conoscono bene:

"Il mercato interno e le quattro libertà sono indivisibili, un mercato à la carte non è un opzione".

Barnier ha sottolineato soprattutto l'unità degli Stati membri su questo punto. In questi giorni li ha girati quasi tutti, e anche quelli tradizionalmente pro-britannici stanno con la Commissione.

Il capo negoziatore per la Commissione, che i tabloid britannici già descrivono come l'uomo piu pericoloso d'Europa, ha però davanti un avversario di primo livello, che probabilmente giocherà la partita su più tavoli, non solo quello dell'Unione.

La battaglia della Brexit -perché probabilmente di battaglia si tratterà- potrebbe essere senza esclusione di colpi.

×