Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Paesaggi e piante Il mondo perduto della biodiversità alpina svizzera

Gli insediamenti umani e l'agricoltura hanno profondamente modificato il panorama alpino. Un volume illustrato, che contiene alcune tra le prime immagini a colori di paesaggi svizzeri, ripercorre gli albori della ricerca sugli ecosistemi e invita a riflettere sulla perdita di biodiversità in Svizzera, una problematica più attuale che mai.

Attorno al 1880, il professore di botanica al Politecnico federale di Zurigo Carl SchröterLink esterno (1855-1939) iniziò a fotografare le piante nel loro ambiente. Assieme a Eduard RübelLink esterno (1876-1960), uno dei suoi studenti, questo pioniere della protezione del paesaggio e delle specie voleva studiare tutti i fattori che incidono sulla biodiversità. Accanto alla flora alpina, cominciò così a documentare anche i paesaggi e l'influenza della presenza umana, dagli insediamenti all'agricoltura, in quasi tutte le regioni della Svizzera. Un approccio ad ampio spettro seguito ancora oggi.

Combinando la botanica e la geografia, la geobotanica si concentra sugli ecosistemi e sulle loro dinamiche, studiando il modo in cui le specie vegetali si assemblano in comunità e si adattano alle diverse condizioni. Grazie al lavoro dei geobotanici, sono state gettate le basi della protezione della biodiversità e della salvaguardia della natura in Svizzera, inclusa la creazione del Parco nazionale svizzeroLink esterno.

Non solo. Le immagini delle collezioni del professor Carl Schröter e dell'Istituto Rübel di geobotanica, entrambe custodite nell'archivio della biblioteca del Politecnico di Zurigo, illustrano anche la vita sulle Alpi prima della meccanizzazione dell'agricoltura e il modo in cui il paesaggio svizzero è cambiato dalla fine dell'Ottocento. Una problematica, quella del drastico calo della diversità biologica e topologica, oggi di scottante attualità. Lo stato della biodiversità in Svizzera è "insoddisfacente", scrive l'Ufficio federale dell'ambiente, per il quale la metà degli habitat e un terzo delle specie sono minacciati.

Una selezione di fotografie - comprese alcune delle prime immagini a colori di paesaggi svizzeri - è presentata nel volume Dokumentierte LandschaftLink esterno ('Paesaggi documentati') dell'editore svizzero Scheidegger&Spiess, con l'obiettivo di diffondere dei documenti di valenza storica e di stimolare ulteriori ricerche sulla biodiversità.

(Immagini © Biblioteca del Politecnico federale di Zurigo)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box