Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Benjamin Netanyahu.

KEYSTONE/AP REUTERS POOL/STEPHANE MAHE

(sda-ats)

Il premier israeliano Benyamin Netanyahu è contrario all'accordo per il cessate il fuoco nel settore sud-occidentale della Siria raggiunto dieci giorni fa dalla Russia e dagli Stati Uniti.

Ad alcuni giornalisti con lui al seguito ieri durante una visita a Parigi, Netanyahu ha spiegato che all'origine della sua opposizione vi è la accettazione della presenza militare dell'Iran in Siria, non lontano dalle linee israeliane, cosa che Israele considera dunque un pericolo per la propria sicurezza.

Alcuni giornali citano un anonimo funzionario della delegazione israeliana secondo cui l'Iran progetta inoltre di costruire in Siria una base aerea ed un porto, per i propri fini militari. Secondo il funzionario, scrive Maariv, sul cessate il fuoco in Siria si è creato adesso un forte dissenso fra Israele e Stati Uniti.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

SDA-ATS