Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un gommone carico di migranti diretti in Italia (archivio)

Keystone/AP/EMILIO MORENATTI

(sda-ats)

Nel 2018, al 6 maggio, sono stati 9'567 i migranti arrivati in Italia sulla rotta del Mediterraneo centrale, circa il 77% in meno rispetto a quelli registrati nello stesso periodo del 2017.

Lo indica una relazione aggiornata sull'attuazione delle politiche migratorie, pubblicata oggi dalla Commissione Ue.

"Tuttavia - si segnala - ci sono stati alcuni forti aumenti nell'ultimo periodo, con 2'072 persone arrivate nelle ultime due settimane di aprile, e la prima di maggio".

Si registra inoltre "un notevole cambiamento nelle principali nazionalità sulla rotta, rispetto al 2017. Ad arrivare di più sono tunisini (20%), eritrei (19%) e nigeriani (7%), mentre le principali nazionalità nel 2017 erano nigeriani, guineani e ivoriani. Un numero significativo di barche per l'Italia è partito dalla Tunisia, circa il 22%, del totale registrato fino al 26 aprile.

Anche alla luce degli sbarchi delle ultime settimane in Italia, Bruxelles definisce la situazione "ancora fragile" invitando a restare vigili.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

SDA-ATS