Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Jungfraujoch  Charlie Chaplin sul «tetto d’Europa»

Zwei Männer stehen neben einer Eis-Skulptur, am Boden liegt ein rotes Tuch.
(Keystone/Peter Schneider)

Il Palazzo di ghiaccio sullo Jungfraujoch ha un nuovo ospite: Charlie Chaplin. Scolpita nel ghiaccio dallo scultore britannico John Doubleday, la statua ricorda i 40 anni dalla scomparsa del genio del cinema.

Il giorno di Natale del 1977 moriva a Corsier-sur-Vevey, nel canton Vaud, il celebre comico, regista, sceneggiatore e musicista Charlie Chaplin. Considerato il più grande genio del cinema, trascorse gli ultimi 25 anni della sua vita nella casa che aveva acquistato nei pressi di Montreux.

A 40 anni dalla sua scomparsa, lo scultore britannico John Doubleday - già autore della statua di bronzo che si trova a Vevey - ha raffigurato nel ghiaccio una scena del famoso film "Il Monello", uscito nel 1921. 

La scultura si trova alla stazione dello Jungfraujoch, a 3'466 metri sul livello del mare. 

Un rifugio per Chaplin, genio del cinema

In fuga dalla „caccia alle streghe“ anticomunista in atto negli Stati Uniti, nel dicembre 1952 Charlie Chaplin arriva a Corsier-sur-Vevey e ...

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 agosto 2004 11.04


swissinfo.ch/mg

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box