Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

In mostra a Lugano Shunk-Kender, l'arte attraverso l'obiettivo

Sarà inaugurata sabato al Museo d'arte della Svizzera italiana una mostra dedicata al duo di fotografi composto dal tedesco Harry Shunk (1924-2006) e dall'ungherese Janos Kender (1937-2009). I due, tra gli anni Cinquanta e Settanta, immortalarono numerose performance artistiche della scena parigina e newyorchese. Una parte di quegli scatti è esposta al Masi fino a metà giugno.

(b/n) Un uomo dietro una sorta di grata sulla quale sono collocate pietre

Jean Tinguely al lavoro, luogo sconosciuto, 1960-1967 circa

(J. Paul Getty Trust)

Si intitola 'L'arte attraverso l'obiettivo (1957-1983)' e testimonia una lunga e fruttuosa collaborazione. Quella tra i due, e quella dei due con i molti artisti di cui documentarono il lavoro in atelier, le esibizioni pubbliche, le vernici delle mostre.

(b/n) un uomo sembra lasciarsi cadere dal cornicione di una casa verso la strada da un'altezza di alcuni metri

Molti conoscono Salto nel vuoto di Yves Klein. Pochi sanno chi l'ha scattata.

( J. Paul Getty Trust)

Nell'opera fotografica di Shunk e Kender sfilano i più celebri rappresentanti dell'arte d'avanguardia di metà Novecento: Andy Warhol, Christo e Jeanne-Claude, Yves Klein, Daniel Spoerri, Niki de Saint Phalle e Jean Tinguely.

La mostra -450 scatti e documenti originali, selezionati tra i più di 10'000 conservati dalla Biblioteca Kandinskij- giunge a Lugano dopo essere stata presentata al Centre Pompidou di Parigi, la città in cui Shunk e Kender giunsero a metà degli anni Cinquanta.

Non avevano mai fatto i fotografi in vita loro. Impararono in fretta, ed ebbero accesso a tutte le case e in tutti i luoghi dove si faceva arte. Si separarono nel 1973.

(1)

Servizio del Quotidiano sulla mostra dedicata al duo di fotografi Shunk-Kender al MASI di Lugano

Nel servizio RSI, l'intervista al direttore del MASI Tobia Bezzola.

'L'arte attraverso l'obiettivo', a cura di Julie Jones, Chloé Goualc'h e Stéphanie Rivoire, è visitabile al MASI fino al 14 giugno.

tvsvizzera.it/ri con RSI (Quotidiano del 28.02.2020)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box