La questione di Cipro, dei diritti umani e degli sviluppi in Siria sono stati i temi principali dei colloqui che il consigliere federale Ignazio Cassis ha avuto oggi ad Ankara con il suo omologo turco Mevlüt Çavuşoğlu.

"La stabilità nella regione mediterranea è importante non solo per i paesi interessati, ma per tutta l'Europa", ha sottolineato al termine dell'incontro. La Svizzera è disposta ad offrire i suoi buoni uffici per contribuire a risolvere il problema di Cipro, organizzando nuove trattative se le parti sono disposte a tornare al tavolo dei negoziati, si legge in un comunicato del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Secondo il DFAE "le relazioni con la Turchia sono solide" per questo è stato possibile affrontare anche questioni critiche. "Abbiamo avuto una discussione aperta sul rispetto delle libertà fondamentali - in particolare la libertà di espressione, di riunione e di stampa", ha detto Cassis citato nel comunicato.

Il capo del DFAE ha espresso la sua preoccupazione per il deterioramento della situazione umanitaria a seguito dell'escalation militare a Idlib e ha ringraziato la Turchia per gli sforzi compiuti in Siria per rallentare e stabilizzare la situazione. Ha pure reso omaggio ad Ankara per "le sfide che deve affrontare a causa dei circa quattro milioni di profughi".

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box