Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Decreto sicurezza Il governo italiano incassa la fiducia del senato

Il Senato italiano ha votato la questione di fiducia posta dal governo sul maxi emendamento sostitutivo del decreto sicurezza: i sì sono stati 163, 59 i no e 19 gli astenuti. Il provvedimento passa ora all'esame della Camera.

governo

Il senato appoggia il governo e accetta il cosiddetto decreto sicurezza

A favore hanno votato i senatori della maggioranza M5S-Lega, contro il Pd, Liberi e Uguali, Autonomie. Fratelli d'Italia si è astenuto mentre Forza Italia non ha partecipato alla votazione.

Decreto sicurezza

Il decreto sicurezza è un provvedimento-bandiera che impone una stretta in particolare sul diritto d'asilo per i migranti. Si va dall'abrogazione del permesso di soggiorno per motivi umanitari (sostituito da permessi speciali temporanei, prolungati per motivi sanitari) all'allungamento da 3 a 6 mesi del trattenimento nei Centri per i rimpatri; dalla possibilità di trattenere gli stranieri da espellere anche in strutture della pubblica sicurezza, in caso di indisponibilità dei Centri di permanenza per il rimpatrio (Cpr), alla possibilità di revocare la cittadinanza italiana per terrorismo.

Il fulcro è sui richiedenti l'asilo

Per quelli che compiono gravi reati è prevista la sospensione dell'esame della domanda di protezione ed è possibile l'obbligo di lasciare il territorio nazionale. In caso di condanna in primo grado è previsto che il questore ne dia tempestiva comunicazione alla Commissione territoriale competente, "che provvede nell'immediatezza all'audizione dell'interessato e adotta contestuale decisione". 

Altre misure

Ci sono poi tutta una serie di altre misure, dal taser (la pistola elettrica) anche ai vigili urbani alla stretta sui noleggi di auto e furgoni per evitare che vengano usati dai jihadisti contro la folla, come avvenuto a Nizza, Londra e Berlino. 

Inoltre un Daspo urbano (divieto di accesso ad alcune aree) più severo. Si stanziano quasi 360 milioni fino al 2025 per "contingenti e straordinarie esigenze" di Polizia e Vigili del Fuoco "per l'acquisto e potenziamento dei sistemi informativi per il contrasto del terrorismo internazionale", compreso il rafforzamento dei nuclei Nbcr (nucleare, biologico, chimico e radiologico). Dei 360 milioni, 267 sono per la pubblica sicurezza e 92 per i pompieri.



tvsvizzera.it/fra con RSI

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box