Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Museo Rietberg Tesori egizi "riemersi" in mostra a Zurigo

Franck Goddio, un tempo consulente finanziario, è diventato negli anni '80 uno dei pionieri della moderna archeologia subacquea. Grazie a lui dei tesori sono riemersi dal mare e sono attualmente fra i protagonisti di "Osiris", mostra del Museo Rietberg di Zurigo.

(1)

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

“Gli archeologi non erano mai riusciti a ritrovare sulla terraferma queste città menzionate dagli autori antichi, dunque la mia ipotesi era che probabilmente non si trovavano lì e l'unico luogo dove potevano essere era sott'acqua", ha raccontato Goddio alla Radiotelevisione Svizzera, parlando delle città di Canòpo e Heracleion.

Lunghi anni di ricerca nella baia di Abukir e poi la  loro scoperta, nel 1999, ad alcuni chilometri dalla costa.

Da allora gli archeologi hanno riportato in superficie moltissimi oggetti e monumenti. Sono più di 250 quelli ora esposti al Museo Rietberg di ZurigoLink esterno, completati da altri capolavori del museo del Cairo e di Alessandria.



Franck Goddio, archeologo subacqueo e curatore della mostra "Osiris".

Franck Goddio, archeologo subacqueo e curatore della mostra "Osiris".

(Keystone)


tvsvizzera.it/Zz con RSi (TG del 10.02.2017)

subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×