Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Bulletin of the Atomic Scientists “Due minuti e mezzo all’Apocalisse”

Il mondo è più vicino all'Apocalisse di un anno fa. Citando esplicitamente la presidenza di Donald Trump e la minaccia degli hacker russi, gli scienziati atomici che mantengono il “Doomsday Clock” (l’Orologio dell’apocalisse) hanno spostato le lancette della catastrofe globale di 30 secondi, ad appena due minuti e mezzo dalla mezzanotte.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'annuncio della nuova valutazione è stato dato giovedì a Washington dal Bulletin of the Atomic ScientistsLink esterno, iniziativa nata nel 1945 a Chicago per sensibilizzare sui pericoli delle armi nucleari che prende in considerazione un complesso di minacce, dalla probabilità di una guerra atomica al cambiamento climatico e l'avanzamento delle biotecnologie e dell'intelligenza artificiale.

Il fisico teorico Lawrence Krauss (a sinistra) del Bulletin of the Atomic Scientists e Thomas Pickering, della ONG International Crisis Group annunciano che le lancette sono state spostate.

Il fisico teorico Lawrence Krauss (a sinistra) del Bulletin of the Atomic Scientists e Thomas Pickering, della ONG International Crisis Group annunciano che le lancette sono state spostate.

(Keystone)

"Il clima globale attuale chiede risposte politiche decise e ponderate. E' più importante che mai che i leader del mondo mantengano la calma anziché agitare tensioni che possono portare a una guerra, vuoi per un incidente che per calcoli sbagliati", ha detto la direttrice esecutiva dell'organizzazione Rachel Bronson.

Gli scienziati hanno definito "sconsiderati" i commenti di Trump, esprimendo preoccupazione per il disprezzo del nuovo capo della Casa Bianca per l'opinione degli esperti in materia di sicurezza internazionale. Ugualmente negativo è stato il giudizio sulle nomine del neopresidente ai vertici delle agenzie dell'Ambiente, con la scelta di persone che "mettono in dubbio i principi di base delle scienze del clima".

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 1953, agli albori della Guerra Fredda, l'orologio dell'Apocalisse è arrivato a due minuti dalla mezzanotte, il momento più pericoloso nel secondo dopoguerra per le sorti del mondo. Quell'anno gli Stati Uniti avevano deciso di aggiornare i loro arsenali nucleari con la bomba a idrogeno. Nel 2015, l'orologio è stato spostato da cinque a tre minuti dalla mezzanotte, mentre l'anno scorso è rimasto immutato.

tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 27.01.2017)

×